10 Anni di Tenerezza di Carmela e Michele

10 ANNI DI TENEREZZA

Pace e Gioia, vogliamo brevemente dare Gloria a Dio per questi primi 10 anni di Tenerezza vissuti in ascolto continuo della volontà di Dio e dallo stupore che ci ha accompagnato sino ad oggi, delle Sue meraviglie, ma soprattutto nel percepire la Sua presenza che ci ha preso letteralmente per mano per giungere sino ad oggi.

Verso la fine del 2006 e i primi mesi del 2007, nonostante il cammino di conversione ed evangelizzazione iniziato circa 10 anni prima, cominciavamo ad avvertire una marcata sensibilità e attenzione alla vita matrimoniale, alle sofferenze della coppia e dei danni che genitori che vivevano nell’inconsapevolezza sacramentale verso i figli. Iniziammo a tendere l’orecchio e pregare per questi moti del nostro cuore, chiedendo aiuto a tanti uomini di Dio che ci aiutarono a discernere se quello che sentivamo era una spinta dello Spirito Santo o una nostra sensazione umana seppur animata da sani princìpi.

In questo tempo di discernimento, abbiamo ascoltato la Parola del Signore come mai sperimentato, infatti in diversi incontri il Signore ha parlato chiaramente ai nostri cuori invitandoci a continuare verso qualcosa che ancora non comprendevamo. Avevamo intuito che doveva nascere qualcosa, ma non ne comprendevamo le modalità e la natura. Abbiamo continuato questo cammino nel buio solo animati dalla fede che a volte vacillava. In un incontro del 30 marzo davanti a Don Mario Cascone, Giuseppe e Maria arrivò la chiamata profetica: I miei testimoni siete voi, dice il SIGNORE, voi, e il mio servo che io ho scelto, affinché voi lo sappiate, mi crediate, e riconosciate che io sono….io opererò; chi potrà impedire la mia opera?” (Is 43,10-13).

Di quale opera si parlasse non ne riuscivamo a comprenderne la natura. Anche davanti alle versioni contrastanti e avversità, di alcuni fratelli, il 13.04.2007, il Signore rispondeva:” «Non chiamate congiura ciò che questo popolo chiama congiura, non temete ciò che esso teme e non abbiate paura». Il Signore degli eserciti, lui solo ritenete santo. Egli sia l’oggetto del vostro timore, della vostra paura….(Is 8,12-15).

Anche davanti ai nostri scoraggiamenti che mettevano in tutto in discussione e i lunghi travagli interiori, il Signore nella Sua immensa pazienza il 24.04.2007 ci diceva:” Ricordatevi i fatti del tempo antico, perché io sono Dio e non ce n’è altri. Sono Dio, nulla è uguale a me. Io dal principio annunzio la fine e, molto prima, quanto non è stato ancora compiuto; io che dico: «Il mio progetto resta valido, io compirò ogni mia volontà!». Io chiamo dall’oriente l’uccello da preda, da una terra lontana l’uomo dei miei progetti. Così ho parlato e così avverrà; l’ho progettato, così farò. Ascoltatemi, voi che vi perdete di coraggio, che siete lontani dalla giustizia. Faccio avvicinare la mia giustizia: non è lontana; la mia salvezza non tarderà. Io dispenserò in Sion la salvezza a Israele, oggetto della mia gloria.(Is 46,8-13).

Così tante altre Parole che il Signore si è degnato di donarci strada facendo sostenendo, orientando e incoraggiando le nostre difficoltà nel mettere a fuoco tali progetti.

Fiduciosi di questi orientamenti, iniziò misteriosamente anche uno strano movimento di coppie di sposi e fidanzati attorno a noi, bisognosi di attenzione, consigli e preghiera. Durante uno di questi incontri casalinghi per sostenere qualche coppia in difficoltà, scorgiamo in una rivista spirituale, una pagina scritta da un certo Mons Carlo Rocchetta, che spiegava con semplicità l’importanza del sentimento della Tenerezza nella vita personale e nella vita di coppia. Fu un vero e proprio colpo di fulmine, quelle poche righe erano dolci e sentivamo il bisogno di approfondire tale tematica. Così per diverse settimane ci incontravamo a casa seguendo il tema della tenerezza, le coppie intanto crescevano. In uno di questi incontri, festeggiando casualmente l’anniversario di Enzo e Marianna era infatti il 06 giugno del 2007, visto lo stupore generale, comprendemmo l’importanza di rivalutare tale ricorrenza, festeggiandola comunitariamente così come a tutt’oggi.

Arrivò l’estate del 2007 e decidemmo di sospendere gli incontri per vivere un momento di riposo estivo con le rispettive famiglie. Con grande sorpresa a settembre ci venne chiesto di continuare questi incontri, ma visto il numero elevato di coppie, fummo costretti a chiedere al nostro parroco p. Salvatore Rumeo, la disponibilità di un locale per continuare in parrocchia. Ancora una volta il Signore ci diede un segno forte della Sua presenza in questo progetto. Il parroco ci accolse volentieri dicendoci che eravamo la risposta alle sue preghiere affinchè nascesse in parrocchia un gruppo di coppie.

Con grande stupore nel mese di ottobre del 2007 questo piccolo gruppo iniziò ad incontrarsi in parrocchia e nel mese di novembre dello stesso anno, ricevemmo una sera un altro grande dono: P. Mario come assistente spirituale.   

Nel mese di gennaio del 2008, in un convegno per le famiglie, incontrammo l’autore di quelle belle riflessioni sulla Tenerezza di coppia. Ci presentammo e dopo un reciproco scambio di esperienze, scoprimmo che inconsapevolmente, stavamo incarnando lo stile, il metodo e il carisma di Gruppo della Spiritualità della Tenerezza sconosciuto a noi fino a quel momento. Entusiasti dell’apparente coincidenza, riferimmo il tutto al nostro parroco, il ci disse che conosceva bene don Carlo Rocchetta avendolo più volte invitato in parrocchia per momenti dedicati alla famiglia. (Premettiamo che noi frequentavamo assiduamente da tempo la parrocchia del Sacro Cuore, ma mai avevamo incontrato don Carlo e neanche eravamo interessati a tali tematiche). Il parroco senza battere ciglio, approvò di iniziare tale esperienza del carisma della Tenerezza in comunione con la Casa della Tenerezza di Perugia fondata proprio da don Carlo.

Il 24 aprile del 2008 dopo tanta attesa, invitammo don Carlo per suggellare la scelta e l’adesione al carisma della Tenerezza in Sicilia. Successivamente il 02 ottobre del 2008 presso la parrocchia del Sacro Cuore, alla presenza del parroco p Salvatore Rumeo, del vice parroco e assistente GsT p. Mario Audino, e 8 coppie  di sposi, nacque il primo GsT di Caltanissetta e della Sicilia. Nel mese di giugno del 2009 ebbe luogo il 1° Convegno della Tenerezza animato da don Mario Cascone e le proclamazione della Promessa di Tenerezza delle prime 8 coppie.

Da quel momento è stata una grazia continua con la nascita di altri GsT in ordine di tempo:

2009 Gruppo Giovani Sacro Cuore;

2010       “     San Luca e Santa Flavia;

2011       “      Santa Chiara in Canicattì;

2013      “       Santa Barbara  e San Domenico Savio in  San Cataldo;

2014      “       Santo Spirito;

2016      “       San Marco;

2017               Scuola di Tenerezza a Ragusa con la conseguente nascita di un GsT                                          

                       (da ufficializzare a settembre 2018);

2017      “        Trasfigurazione di Mussomeli(da ufficializzare a settembre 2018);

2017         Nascita della Comunità della Tenerezza come maturazione e prolungamento di questi 10 anni di esperienza. Ad oggi i GsT sono 11 seguiti e accompagnati dalla Comunità con servizi diversi da quelli dei GsT.

Oggi siamo qui a festeggiare questi 10, a dar lode a Dio per tutti i suoi benefici e di come ci ha condotto quando tutto questo non era visibile ai nostri occhi.

Con la stessa dedizione, impegno e zelo oggi siamo una gran bella famiglia che cammina unita per dare gloria a Dio per la nostra vocazione matrimoniale e per il bene e l’incremento delle politiche familiari con particolare riguardo a quelle in crisi o difficoltà.

CL 01 Luglio 2018 A. D. 10 Convegno della  Tenerezza

I Servi della Tenerezza

Carmela e Michele

Gruppi di Spiritualità della Tenerezza