10° Convegno Sintesi Donatella e Gianluca

Siamo Gianluca e Donatella, siamo sposati da 13 anni abbiamo 2 figli Emanuele e Gabriel. Vogliamo dare gloria a Dio e ringraziarlo per come ha cambiato la nostra vita.

Due anni fa, abbiamo ricevuto un invito a partecipare al nuovo gruppo di A e P che stava  nascendo a San Marco così, a settembre del 2016, abbiamo iniziato questa esperienza , che ci ha fatto comprendere l’importanza della preghiera, sia individuale che comunitaria, ma soprattutto quella di coppia e di famiglia.

Abbiamo sperimentato una forte vicinanza con Gesù medico degli sposi mediante la preghiera del cuore. Strada facendo, il cammino ci ha aperto gli occhi su alcune verità che prima per noi erano date per scontato e a quante volte il Signore ci aveva chiamati, ma noi ciechi e sordi non capivamo. Ci siamo resi conto settimana dopo settimana che:

  • che non potevamo fare ameno di andare agli incontri,
  • che alcuni atteggiamenti sbagliati incidevano negativamente sul nostro rapporto di coppia che di conseguenza si riflettevano sui figli.

Infatti il Signore ci parlava e parla ai nostri cuori per mezzo dei fratelli con le loro esperienze che via via venivano presentate. Gli effetti  dell’incontro con Cristo si sono manifestati nel nostro rapporto di coppia,  litigi e difficoltà che prima ci tenevano distanti per giorni, adesso vengono affrontate serenamente affidando  tutto nelle mani di Cristo.                              

Il nostro cambiamento di coppia, intriso di preghiera abbracci, serenità e atteggiamenti di tenerezza, ha prodotto con nostro stupore, un cambiamento in positivo anche nei nostri figli.

Infatti oltre la preghiera che recitiamo prima dei pasti, abbiamo notato che i nostri  figli anche da soli si segnano col segno della croce e poi fanno colazione. Per noi questi atteggiamenti piccoli, sono importanti, perché notiamo anche dei profondi cambiamenti caratteriali, infatti Emanuele di anni 10, ha espresso  il desiderio di inserirsi nel coro dei ragazzi della parrocchia.

In ultimo, in questi ultimi mesi il Signore Gesù in maniera inaspettata ci ha fatto dono di un’altra vita  che arriverà fra noi i primi di settembre.  Ancora più inaspettato, è stato il messaggio che Gesù ci ha mandato parlando tramite Gabriel il piccolo che da poco ha compiuto 3 anni, infatti sin da quando gli abbiamo comunicato che dentro la pancia della mamma c’era un bimbo/a lui, ha sempre affermato che era una bimba e che il suo nome era Anna perchè Gesù glielo aveva detto mentre dormiva.                                       

Di tutto noi ringraziamo il Signore nostro Dio, il quale con tenerezza ci ha preso per mano e ci ha proiettati in una fede più convinta e partecipata, servendosi dei fratelli che ci ha messo accanto in questo prezioso cammino.                                                

Possiamo affermare che è possibile risorgere come coppia e come famiglia, quando intraprendiamo un cammino serio comunitario dove i fratelli ci aiutano ad incontrare Gesù e a maturare una fede solida, che ci fa gustare la bellezza del sacramento del matrimonio e della vita familiare in Cristo.                                                                                               

Se tutto per grazia di Dio è successo a noi semplici sposi, siamo sicuri che potrà succedere a chiunque aprirà con fiducia il cuore a Cristo e alla Sua Infinita Tenerezza.

Grazie a tutti.

 Gianluca e Donatella GsT San Marco (CL)

(CL) 30.06.18 A. D.  10° Convegno della Tenerezza

Gruppi di Spiritualità della Tenerezza