10° Convegno Sintesi Santa Barbara

Il gruppo S. Barbara, dopo aver vissuto la partecipazione al 10° dei gruppi di spiritualità della Tenerezza, si è confrontato per condividere le proprie impressioni ed emozioni in vissuto. Con grande meraviglia, oltre alle risonanze abbiamo constatato una consonanza di cuori. Qualcuno ha definito questo convegno meraviglioso e paradisiaco, tutti lo abbiamo vissuto intensamente come momento di forte grazia per la presenza dello Spirito Santo che ci avvolgeva di misericordia divina, facendo di tutti una sola famiglia. Queste Dio-incidenze hanno reso tutto il contesto una celeste armonia!

Su tema e bellissimi i vari segni che i gruppi hanno preparato per l’accoglienza volendo lasciare un ricordo.

Grazie all’intervento della professoressa Giuliva Di Berardino, (lei stessa manifestazione dello Spirito Santo), abbiamo scoperto come tutto il corpo, creato a immagine di Dio è chiamato a dargli  lode.

Abbiamo scoperto un altro aspetto della preghiera: la danza. Il tema è stato tratto dal salmo 29,12: “Hai mutato il mio lamento in danza”.

Con la danza lodi Dio con leggerezza e armonia ed è stata bella la sperimentazione fatta. Abbiamo percepito la nostra anima liberarsi verso Dio come i petali di un fiore avvolto dal vento.

Abbiamo sperimentato l’importanza dello sguardo nella relazione, oggi c’è mancanza di sguardi almeno di quelli purificati in Dio che ti fanno accogliere l’altro come presenza di Dio, per amarlo nella sua intensità.

Molte coppie hanno sperimentato di aver comunicato più con lo sguardo che con le parole. Con Piero Cavaleri, psicologo del cammino abbiamo acquisito sicurezza nei confronti del nostro corpo. Noi siamo corpo, mente, cuore e anima tutto manifestiamo con il nostro corpo. Ci relazioniamo per mezzo del corpo, trasmettendo ciò che siamo.

Dobbiamo dunque metterci in ascolto per conoscerlo, amarlo e farne dono al nostro prossimo.

Bellissima l’esperienza fatta con i nostri coniugi. Nell’abbandono totale, nel guardarsi, nello sfiorarsi, nell’abbracciarsi, quanta gioia e tenerezza di Dio. Alcuni si sono emozionati fino alle lacrime. Pregi e difetti del nostro corpo ci rendono  amici.

Profonda la preghiera, meravigliosa adorazione Eucaristica, Gesù è passato in mezzo a noi alle nostre miserie per parlare al nostro cuore: “abbiate fede, Io sono con voi” Quale dono più grande !

Bellissime le testimonianze dei nostri fratelli che con grande umiltà ci hanno comunicato le meraviglie operate da Gesù nella loro vita avute attraverso il dolore.

Alcuni di noi hanno sperimentato una forte intimità con Gesù Eucarestia, quando sono rimasti da soli alla Sua presenza.

Grande conferma di Tenerezza nel rinnovo dei voti e grande emozione dei nuovi che hanno esternato nel gruppo la gioia da condividere l’importanza  dell’evento.

Grande gioia ha suscitato in tutti noi, la presentazione ufficiale della Comunità della Tenerezza con i  fratelli e sorelle che si stanno impegnando nella formazione delle varie competenze: l’ascolto delle coppie in difficoltà, la formazione con le Scuole di Tenerezza e il sostegno ai gruppi esistenti. Tutto mettiamo nelle mani del Signore, noi speriamo in Te!!!

Un grazie scaturisce dal profondo dei nostri cuori a tutti, ai sacerdoti che rendono  Gesù presente nel suo corpo e ne suo sangue. Grazie anche per come illuminati dallo Spirito Santo hanno spezzato la parola di vita.

A tutta l’equipe (Filippo e Lucia, Gaetano e Miriam) bravissimi organizzatori, al gruppo Davide che rendono lieta ogni liturgia, insomma ad ognuno di noi che con la gioia del Cristo Risorto, ha contribuito affinchè si  respirasse amore, tenerezza e comunione di famiglia.

Signore Dio benedici sempre Michele e Carmela che con tanta generosità si spendono per le famiglie per riportarle alla presenza di Gesù. Secondo il suo originario progetto.

Grazie, Grazie e infinitamente Grazie !!

GsT  Santa Barbara (CL)

Gruppi di Spiritualità della Tenerezza