1.3-commenti dei Gruppi

LAbbraccio_064

 Carmela & Michele

     La giornata di ritiro comunitario di quaresima è stata veramente una giornata di grazia per tutti noi.
Il gioioso inizio con la preghiera comunitaria, è stato seguito dalla brillante esortazione sul tema:
“Abbracciati dall’Amore: il Crocifisso” di Don Calogero Di Vincenzo che sottolineato l’atteggiamento di Gesù durante la sua passione riferito al silenzio, al perdono, al desiderio di essere abbracciato dai suoi discepoli  nel Getsemani, applicando i rispettivi insegnamenti alla vita degli sposi e della famiglia.

La pausa pranzo è stata caratterizzata da una grande agape proprio come le prime comunità cristiane che mettevano in comune ogni cosa.
Nel pomeriggio è stato il tempo della creatività dello Spirito Santo con i vari gruppi si sono avvicendati nel rappresentare
l’abbraccio frutto della riflessione di quest’anno. Subito dopo il momento dei bambini che hanno cantato una canzoncina dedicata all’Angelo Custode e poi hanno consegnato ai propri genitori quanto avevano realizzato durante la mattinata. La testimonianza personale di una coppia di sposi attaccata dalla malattia ci ha fatto ricordare come l’amore del coniuge è possibile anche nella sofferenza.
La santa Messa ha concluso con gioia questo ritiro che ci proietta e ci prepara alla festa di Pasqua come risurrezione della famiglia.
Ringraziamo il Signore per il dono di ogni coppia e della bellezza della vita comunitaria

 .-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

 

.-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

Il ritiro di domenica a santa barbara è stata una delle tante bellissima esperienza comunitaria fatte in 9 anni di cammino. Ogni esperienza ci lascia qualcosa e questa volta ci siamo sentiti per la prima volta abbracciati dalla croce che per esperienza personale siamo stati salvati e purificati dalle sue piaghe e viviamo in funzione di quel ricordo che ci aiuta ad allenarci a diventare persone a misura di Dio.

Romina & Sebastiano

Gruppo San Cataldo

.-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

Come ogni volta i nostri ritiri ci danno una grande gioia e una grande carica.

La catechesi di padre  Di Vincenzo ci ha fatto riflettere soprattutto sull’ importanza del perdono, che stiamo sperimentando nella nostra vita e che ci sta riempendo il cuore di un grande amore, quell’ amore che solo Gesù sa dare. Proprio in questo ci siamo sentiti abbracciati da lui e avvolti dallo spirito santo. Particolarmente emozionante la testimonianza di Angela ed Enzo un grande esempio di umiltà, e di amore incondizionato. Grazie Gesù perché in ogni esperienza spirituale ci fai sentire forte la tua presenza e ci fai capire a chiari segnali che solo confidando in te la nostra vita sarà migliore.

Giuseppe & Concetta

Gruppo San Cataldo

.-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

La riunione del gruppo del 16/03 è stata principalmente incentrata sulle riflessioni dopo il ritiro spirituale.

È stata molto apprezzata la catechesi di Don Calogero Di Vincenzo ricca di riferimenti.

Profondi di significato i temi:

l’abbraccio di Gesù Cristo in Croce – lo sguardo – il silenzio – il perdono – l’affidamento.

Ed ancora l’abbraccio della gioia, della festa e quello del bisogno di amore.

Abbastanza profondi e diversificati i momenti rappresentativi dei simboli dell’abbraccio curati dai gruppi .

Il momento più indelebile che rimarrà sempre nei nostri cuori è stato quello della testimonianza della coppia Enzo e Angela. Questo vissuto arricchito dalla grande luminosità dell’amore e del servizio ci ha ricordato la “lavanda dei piedi”.

Ignazio  & Pina

 Gruppo Canicattì

.-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

L’abbraccio fraterno con l’abbraccio che mi hai dato, il Signore le mie ferite ha cancellato.

Mentre mi abbracciavi,  sentivo che per me pregavi, è stato molto belle, da quel momento mi sono sentito tuo fratello.  Col tuo abbraccio mi hai trasmesso una indescrivibile gioia, adesso in me non esiste più ne tristezza ne noia.Mentre per me pregavi, io ascoltavo, ma tutto ciò non lo meritavo. Con quel cuore di pietra e indegno, del tuo abbraccio non ero degno.Con quell’abbraccio mi sono pentito e il mio cuore il Signore ha guarito. Grazie Signore per i Fratelli e le Sorelle che mi hai dato, perchè  tutto si capisce solo dopo esse stato abbracciato. Il nome del nostro Gruppo in alto sarà portato, perchè con un caldo abbraccio, si scioglie anche il ghiaccio. Signore insegnami a Pregare e Lodare, perchè con un abbraccio ti voglio ricambiare. Ancora non mi sento pulito e nemmeno all’altezza,  ma un giorno ti ricambierò con altrettanta tenerezza.  Grazie Signore per i Fratelli e le Sorelle che mi hai dato, perchè con l’abbraccio il loro amore sarà ricambiato.

Antonino

Gruppo di Canicattì

.-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

Questo ritiro è stato per noi uno dei momenti più forti come coppia negli ultimi anni. Intenso e gioioso il momento della preghiera iniziale con l’invocazione dello Spirito Santo, conclusa con l’abbraccio fra gli sposi cuore a cuore nel silenzio che rivelava amore e comprensione. Ci siamo sentiti abbracciati da Dio, da quell’amore che ci riempie e ci sostiene nei momenti tristi. Quell’amore che ha meravigliosamente esposto P. Di Vincenzo nel tema: “Abbracciati dall’amore: il Crocifisso”. Mi è mancato qualche minuto in più per la meditazione e interiorizzazione del tema. Splendide le varie rappresentazioni dell’abbraccio che ho vissuto con particolare trepidazione, nell’attesa di eseguire quella preparata dal nostro gruppo. Lo Spirito Santo alla fine ci da la forza, la carica giusta, le parole appropriate per ogni occasione. Spero di essere riuscita a trasmettere io e gli altri fratelli del gruppo di S. Barbara, qualcosa di edificante, perché per me è stato davvero come se vivessi quel momento ai piedi della croce. Infine è stata emozionante la testimonianza della coppia Angela ed Enzo, che vivono la sofferenza e la malattia con umiltà e nella gioia. Saper gioire anche nelle difficoltà è qualcosa di meraviglioso, segno di una grande serenità interiore. Una testimonianza di amore vero, profondo, di amore-dono fino all’annullamento di sé per accogliere il coniuge in pienezza, capaci di vivere luminosamente con entusiasmo, senza lasciarsi opprimere dalla tristezza e dall’angoscia. Grazie Signore per questa esperienza gioiosa, dove ci fai avvertire sempre di più la vicinanza del tuo amore.

Giusy & Vincenzo  –

Gruppo di Santa  Barbara

-.-.-.-.-.-.—-.-.–.

 

Gruppi di Spiritualità della Tenerezza