11.7-Testimonianze- Giuseppe -&-Luisa

OASI CRISTO RE

CALTANISSETTA

27- 28 GIUGNO 2015

Machio e Femmina li Creò (Gen 1,27) FAMIGLIA ICONA DI DIO TRINITA'
Machio e Femmina li Creò (Gen 1,27)
FAMIGLIA ICONA DI DIO TRINITA’

Pace e Gioia,

siamo Giuseppe e Luisa ci siamo sposati il 25 giugno del 2003 e siamo una coppia del gruppo di Spiritualità della Tenerezza Aquila e Priscilla di San Cataldo.

La nostra chiamata si è fatta attendere per vari motivi ma, finalmente il 14 febbraio di quest’anno, in occasione della festa di San Valentino organizzata dai gruppi della Spiritualità della Tenerezza “Aquila e Priscilla”, lo Spirito Santo ha abbattuto le ultime reticenze verso l’adesione  ad un cammino di fede. Infatti fino a qualche anno fa, l’idea di far parte di una realtà ecclesiale era da noi considerata come un qualcosa di superfluo o al contrario un’ esagerazione, perché ritenevamo che essere i cosiddetti “cristiani della domenica” fosse più che sufficiente. Ma con il tempo ci rendevamo conto che qualcosa nella nostra vita non andava bene, nonostante avevamo il lavoro, la casa, dei figli e delle famiglie di origine meravigliose, provavamo spesso un senso di vuoto e di insoddisfazione, sia come coppia che come singoli. In noi c’era qualcosa che mancava e quel qualcosa o qualcuno, era proprio Gesù, che pian piano avevamo relegato nell’angolino della domenica. Anche se in noi il seme della fede era presente, il contesto in cui cresceva diventava sempre più arido, dando la possibilità alla zizzania di sovrastare il buon grano del nostro cuore. Facevamo sempre più fatica ad affrontare le difficoltà quotidiane  che divenivano sempre più insostenibili e difficili da essere accettate e superate. Le nostre forze cominciavano a venir meno. Questo perché alla parola DIO avevamo tolto la lettera “D” e lasciato la parola “IO”. Eravamo noi a condurre la nostra vita di famiglia e come singoli battezzati.

Ma così come sta scritto nel Vangelo di Giovanni: “Non voi avete scelto me, ma io  ho scelto voi”(Gv 15,16).  Gesù ci ha risollevati, non ci ha lasciati soli, ma ci ha messo accanto dei fratelli della spiritualità della Tenerezza, i quali, con il loro esempio e la loro testimonianza ci hanno fatto comprendere l’importanza della vita comunitaria e che la famiglia cristiana deve condividere la fede con altre famiglie, per crescere e sostenersi a vicenda. La cosa più bella è sentire la presenza dello Spirito Santo che con la sua luce riscalda il nostro cuore  e ci da la certezza di essere consolati, ascoltati, guariti da vecchie ferite della nostra vita. La stessa luce la ritroviamo, nello sguardo, negli abbracci e nella tenerezza dei nostri fratelli Aquilotti e sorelle Priscilline . In ogni incontro, ognuno di loro, manifesta la gioia di aver incontrato Gesù nel loro matrimonio, testimoniando dolcezza e la tenerezza di Dio che oggi ci rende famiglia: chiesa domestica in cammino, rendendo sempre più saldo il nostro rapporto di coppia e soprattutto l’educazione genitoriale. Infatti uno degli aspetti  importante del cammino della Tenerezza è proprio la formazione dei nostri figli alla vita cristiana, così come ripete sempre don Carlo: “I figli hanno diritto a ricevere tenerezza da parte dei genitori”.

La vera testimonianza che possiamo fare dell’esperienza comunitaria è proprio quella della forza della preghiera che, pur avendo una sua validità se fatta nel silenzio del nostro cuore, centuplica le sue benedizioni nel momento in cui viene condivisa con gli altri e per gli altri, facendoci sentire strumenti di Dio, riscoprendo l’importanza di essere  creatura degna di protezione, di consolazione e della misericordia di Dio.

Oggi noi vogliamo testimoniare a tutte le famiglie che vivono un cristianesimo domenicale e solitario, come sta scritto nel salmo 107, cioè che: i salvati si riuniscono insieme per celebrare il Signore, la fede dev’essere vissuta con i fratelli. Ringraziamo  Cristo Gesù che ci innestati nella nostra comunità, una grande famiglia di famiglie che camminano insieme con gioia verso Gesù Medico degli Sposi.

(Giuseppe e Luisa GsT San Cataldo)

27/28 Giugno 2015 A. D. VII Convegno di Tenerezza

Gruppi di Spiritualità della Tenerezza