Archivi tag: aquila e Priscilla

Sintesi ritiro di Quaresima 2019

Domenica 24 Marzo 2019 presso la sala ricevimenti dell’ Hotel Garden a Pergusa si è svolto l’11° ritiro di Quaresima dei Gruppi della Spiritualità della Tenerezza Aquila e Priscilla dal tema: IL TALAMO NUZIALE: Altare su cui si celebra il matrimonio.

Abbiamo avuto la grande gioia di avere come relatore della mattinata, Don Giuseppe Livatino, postulatore della causa di beatificazione del cugino del giudice Livatino, morto per mano mafiosa nel mese di settembre 1990.

Don Giuseppe ha iniziato il suo intervento accennando ad una breve biografia del giudice Livatino e di come la sua famiglia, sia stata determinante nella vita di questo uomo, oggi quasi beato. Gli aspetti fondamentali della sua crescita umana e spirituale, derivano dai suoi genitori, che lo educarono ai sani princìpi sin da piccolo applicando una rigida attività educativa al fine di non formare coscienze piene d’orgoglio nel cuore del piccolo Rosario. Anche durante i compleanni, i genitori invitavano Rosario a non stare al centro della festa.

Successivamente don Giuseppe, entrando nel tema, inizia dall’Antico Testamento illustrando ciò che la Bibbia ci presenta nei vari esempi di famiglia. Nell’A.T viene riportata come famiglia perfetta la famiglia di Noè la quale viene salvata da Dio; nel nuovo testamento la famiglia trova la sua santificazione con la presenza di Gesù che istituisce il Sacramento del Matrimonio, ed il divorzio diventa adulterio. L’amore coniugale deve rispecchiare l’amore di Dio per la sua Chiesa. Con il Sacramento del Matrimonio viene donata agli sposi la Grazia di Stato, dono necessario per affrontare determinate situazioni. La coppia è chiamata prima a santificare se stessa e poi a mettersi al servizio di altre coppie aiutandoli nella santificazione. La coppia deve fondarsi su sentimenti di tenerezza reciproca e senso di responsabilità, difendendosi da possibili distrazioni provenienti dalla società di oggi.

Don Giuseppe afferma che l’intimità coniugale ha tre livelli:

  • Biologico: sfocia nell’intimità, nell’attrazione fisica e nella genitalità;

  • Emotivo: sfocia nell’innamoramento che nel tempo va scemando piano piano;

  • Spiritualità: Io e Tu = Noi, capacità di uscire da se stessi per divenire una cosa sola con l’altro. Il livello spirituale completa i primi due. Per noi sposi è come se il tempo si fosse fermato, perché non abbiamo sposato un corpo, ma si sono messi insieme due universi.

Don Giuseppe ci consiglia di vivere ogni giorno da fidanzati mantenendo vivo il desiderio del sacramento del Matrimonio che deve rappresentare il momento di partenza tra lo sposo, la sposa e Dio.

La Croce dove Gesù è stato crocifisso è assimilabile all’altare dove gli sposi consacrano il loro matrimonio: Il Talamo Nuziale. Don Giuseppe conclude la sua relazione con una esortazione cuore a cuore con ognuno dei partecipanti: ci vuole coerenza di vita nella vita matrimoniale, ci vuole volontà per scegliere ogni giorno le strade faticose che riguardano Dio e la sua volontà, perché la nostra pochezza messa nelle mani dell’onnipotenza di Dio completa l’opera della salvezza.

Tutte le coppie presenti sono stata invitate a prendere parte alla dinamica, in cui ogni coniuge prendendo con se un cucchiaino di ceneri, simbolo del peccato e della fragilità umana, finendo per deporlo ai piedi della Croce impegnandosi a rispettare il Talamo Nuziale nella sua spirituale essenza , vivendolo proprio come Altare dove si consacra la coppia. Dopo la pausa pranzo Don Mario Audino, assistente spirituale dei GST, assieme a Don Leonardo Alessi hanno celebrato la Santa Messa seguita da una intensa Adorazione Eucaristica con preghiera di intercessione e guarigione, conclusa con la benedizione di ogni copia. La seconda parte del pomeriggio è stata pregna di testimonianze dense di gratitudine a Dio. Ringraziamo i sacerdoti presenti per il loro importante sostegno spirituale e impegno materiale . Infine ringraziamo lo Spirito Santo autore di questa meravigliosa giornata, donandoci un clima di gioia, comunione fraterna e grazia.

Vincenzo e Debora Leonardi e Vincenzo e Simon Zafarana

(GsT Giovani Sacro Cuore-CL)

Pergusa (EN) 24 Febbraio 2019 A. D.