Vocazione e Carisma

Madre nelle periferie

 

VOCAZIONE E CARISMA DELLA SPIRITUALITÀ  DELLA TENEREZZA

 

II “Centro Familiare Casa della Tenerezza ” è costituito come Associazione con atto notarile del 2002 e ha sede a Montemorcino in un immobile di proprietà dell’Arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve, concesso in uso gratuito con atto del 2003 e rinnovato nel 2008.

La Comunità nata come una “famiglia di famiglie”, è strutturata come comunità di vita e comunità di servizio,con un suo “Libro di Vita”, (LdV), approvato dall’Arcivescovo Mons. G. Bassetti nel marzo del 2003 per tre anni e riapprovato nel marzo del 2006 per cinque anni. Il 25/03/2011 il Libro di Vita (Statuto) veniva approvato in via definitiva nel quale, sono delineate le linee-guida della spiritualità.

 

La vocazione della spiritualità della Tenerezza è quella di costituire una comunità di vita e comunità di servizio, famiglia di famiglie, fondato sulla comunione trinitaria, impegnata a vivere la sequela del Signore Gesù nell’ascolto della sua Parola, in spirito apostolico, sulle orme della Santa Famiglia di Nazareth e della Chiesa nascente, per divenire – pur nell’insufficienza dei suoi componenti -profezia del disegno di Dio sulla famiglia e la sua missione nel mondo (LdV n°1).

Come comunità di vita intende vivere un’esperienza stabile di condivisione, di formazione e di preghiera fra sposi, coniugi o genitori soli, persone consacrate, diaconi e presbiteri fondandosi sulla spiritualità espressa nel Libro di Vita e sull’emissione del voto di Tenerezza, (LdV n° 1.1), come consacrazione a Dio-Infinita Tenerezza, con la vocazione specifica di scegliere la Tenerezza nuziale come progetto di vita, impegnandosi vivere la vita comunitaria in pienezza, a versare la decima per la vita e la missione della Comunità, riproponendo l’esempio della prima comunità cristiana (At 2,42).

 

Come comunità di servizio la spiritualità si orienta su quattro diakonie fondamentali:

 

1. Diakonia dell’accoglienza dell’accompagnamento spirituale degli sposi, con particolari attenzione a quelli in difficoltà o in fase di discernimento, ai coniugi soli e ai loro figli ai separati ai divorziati-risposati, per far sentire tutti accolti dall’infinita paternità di Dio e della maternità della Chiesa e offrire una ospitalità nel Signore colma di affetto (Rm 15,7);

 

2. Diakonia della formazione degli operatori di pastorale familiare, per l’incremento di “politiche familiare corrispondenti alla centralità della famiglia nella Chiesa e nella società e per l’affermazione del diritto inalienabile dei bambini alla tenerezza. Formare coppie di
sposi che sull’esempio dei Santi coniugi Aquila & Priscilla siano preparati a testimoniare con la vita e le parole il Vangelo della Famiglia, coniugando il sacrificio della vita familiare, il lavoro, l’educazione dei figli alla fede, alla missione di evangelizzazione, missione
principale della Chiesa (E.N. n° 14);

 

3. Diakonia della formazione teologica con incontri, ritiri spirituali, corsi di evangelizzazione e seminari sulla spiritualità del matrimonio e della famiglia, mediante anche la pubblicazione di una collana di spiritualità della tenerezza con le EDB e altre case editrici. Nella consapevolezza che la fede nasce dall’ascolto della Parola di Dio, la spiritualità coltiva un profondo amore alla Bibbia, posta al centro del suo luogo di preghiera e di ogni abitazione, disponendosi ad una costante meditazione di essa approfondendone i presupposti esegetici per una sua corretta interpretazione, leggendola nel quadro della fede della Chiesa secondo il metodo della lectio divina, facendo dei propri incontri di preghiera una esperienza contemplativa all’ascolto della Parola di Dio;

 

4. Diakonia della comunione orientandosi a farsi “Scuola di Tenerezza”: tale è il carisma specifico, il fine, il contenuto e la radice del suo intero programma di vita per coloro che costituiscono come “Comunità stabili, o formando “Gruppi territoriali” facendo della tenerezza l’anima mundi, il cuore di un’autentica civiltà della vita e dell’amore.

Educare infatti i membri aderenti alla scelta della tenerezza come progetto di vita è il nostro carisma, da ricercare e attuare nella concretezza di ogni giorno e di ogni relazione. Orientare a fare dei componenti della spiritualità dei profeti della tenerezza amante di Dio, in ogni ambiente di vita, di lavoro, nella Chiesa e nella società civile, con la scelta peculiare di mettersi a servizio delle famiglie in difficoltà accompagnandole nella fase di discernimento e di riscoperta della grazia del sacramento nuziale.

E’ necessario promuovere una “cultura della famiglia missionaria “che individui nell’istituto familiare la prima scuola di umanità e il luogo originario primario e irrinunciabile di ogni forma di solidarietà e di pace. A tal proposito il Signore ha voluto far germogliare sulle radici ancora verdi della Comunità – Madre di Perugia, una Comunità sorella oltre ai quindici gruppi territoriali che vivono un cammino di preghiera e di formazione a servizio delle chiese locali in comunione con il carisma del Centro Familiare della Tenerezza.

DAI GRUPPI TERRITORIALI ALLE CASE DI TENEREZZA

II cammino per giungere alla vera vita comunitaria come sopra indicato, è preceduto da un cammino preparatorio e formativo per vivere in pienezza la vita comunitaria così come le prime comunità cristiane (At 2,42).

Infatti la Spiritualità della Tenerezza prevede la formazione dei Gruppi Territoriali di Spiritualità della Tenerezza, indirizzati alla formazione dei loro membri, in continuità con le esperienze vissute presso il Centro, nella prospettiva di formare i coniugi alla tenerezza amante di Dio e nella prospettiva di un impegno attivo nelle chiese locali per incrementare le “politiche familiari” adeguate alla soggettività della famiglia nella Chiesa e nella società. (LdVn° 28).

I gruppi infatti, sono indirizzati a sperimentare, vivere, animare, promuovere la spiritualità della tenerezza come dono dello Spirito alla Chiesa.(LdV n°29.1.).

il Centro ha predisposto, a parte, per i gruppi di territorialità delle linee-guida come quadro orientativo di base per il loro cammino, i contenuti e le metodologie di lavoro- cui sono tenuti ad ispirarsi (LdV n° 29.2.).

L’obiettivo formativo con l’aiuto di Dio è quello che i gruppi territoriali possano evolversi – dove vi siano le condizioni e previa approvazione del Vescovo della Chiesa locale – in Comunità stabili e Centri Familiari della Tenerezza per le Regioni o sedi in cui si trovano sul modello di quanto descritto dal Libro di Vita. Tale itinerario proposto dalla Spiritualità della Tenerezza prevede che ogni gruppo abbia una gradualità di cammino, in ordine ad una maturazione crescente:

alla fine del primo anno, una promessa di tenerezza come a fare della tenerezza l’anima e il progetto della propria vita personale e/o di coppia;

alla fine del secondo, un patto di tenerezza quale segno di alleanza con Dio- Tenerezza e accettazione della tenerezza come stile di vita;

alla fine del terzo, l’emissione del voto di tenerezza come atto di consacrazione alla Divina Tenerezza e opzione della spiritualità della tenerezza come gioia di essere, amare, adorare.

Ogni coppia decide liberamente di accettare le singole tappe e manifestare l’impegno corrispondente, orientandosi a lasciarsi plasmare dell’Infinita Tenerezza di Dio-Trinità ed educarsi ad essere-tenerezza nella condizione di vita di ognuno, nella chiesa e nel mondo, in comunione spirituale con la Casa della Tenerezza di Perugia.(Linee Guida n° 19).

Dopo tre anni di frequenza del Gruppo Territoriale continui ed ininterrotti, e avendo vissuto i passaggi previsti – e quindi dal quarto anno in poi – il voto di tenerezza è vissuto come definitivo, pur potendo essere rinnovato ogni anno come avviene per i componenti della Casa della Tenerezza (Linee-Guida n° 20). Il clima degli incontri dei Gruppi prevede tre fasi essenziali:

pregare la Parola di Dio, in un clima meditativo e dì fede, alternando le letture con canti e invocazioni spontanee e privilegiando la preghiera del Nome di Gesù;

 presentazione dell’argomento da parte di una coppia, in vista di un approfondimento teologico-spirituale del tema che introduca alla sua interiorizzazione personale e di coppia;

condivisione e intercessione per attualizzare la tematica, comunicarsi i vissuti, crescere nella comunione reciproca e intercedere per i bisogni della famiglia, prima cellula della Chiesa e della società.

L’ESPERIENZA DEI GRUPPI DI CALTANISSETTA

II Gruppo “Aquila & Priscilla” nasce nella nostra Diocesi a Caltanissetta nel gennaio del 2007 per con cenacoli che si svolgevano nelle famiglie, proprio come le prime comunità cristiane. Per le stesse finalità missionarie e per la tipologia dei partecipanti (tutti coniugi), ci siamo ispirati ai Santi coniugi Aquila e Priscilla che riunivano la comunità cristiana nella loro casa (1 Cor 16,19). Dopo un periodo considerevole di discernimento e di preghiera, il gruppo si è inserito in parrocchia divenendo in poco tempo una realtà affermata nell’ambito parrocchiale.

In comunione con la vocazione e il carisma della comunità “Centro Familiare Casa della Tenerezza” di Perugia, il gruppo si propone di realizzare un cammino di preghiera, di crescita formativa, evangelizzazione, di condivisone e impegno apostolico a servizio della Chiesa locale.

La spiritualità di Tenerezza, si prefigge di formare coppie che vivano in pienezza la Grazia Sacramentale vivendo la Tenerezza di Dio, per rifletterla poi su altre coppie al fine di evangelizzare altre famiglie. Può nascere in tutte le parrocchie come realtà per le famiglie, al servizio della Chiesa locale.

Ogni due-tre mesi circa il gruppo partecipa ai corsi della Scuola di Evangelizzazione per una formazione alle metodologie di annuncio, per formare i coniugi “Aquila & Priscilla” del 3° millennio, poiché tutta l’evangelizzazione passa per la famiglia e attraverso la famiglia.

Si dà grande importanza all’anniversario di matrimonio, offrendo un piccolo segno per condividere la gioia di quell’evento. Si presentano a tutto il gruppo i bambini nati da coppie aderenti alla spiritualità e si accompagnano con la preghiera le mamme in gravidanza e le donne che non hanno ancora avuto la grazia di diventare “mamme”.

Dal mese di Ottobre 2009, la nostra realtà, ha vissuto una grande gioia dando vita ad una nuovo gruppo di Spiritualità della Tenerezza, frutto dell’incessante opera evangelizzatrice dello Spirito Santo Agente principale di ogni evangelizzazione (Ev. N. 75) e all’impegno collettivo degli aderenti al gruppo madre.

Questa nuova realtà si riunisce nella stessa Parrocchia in un giorno differente, assumendo la caratteristica di gruppo di giovani coppie di sposi e fidanzati, entusiasti di aver incontrato nella loro vita personale e di coppia l’Infinita Tenerezza di Dio.

Infatti, quando sopra detto consapevoli che i gruppi Aquila e Priscilla vivono una forte chiamata all’evangelizzazione, trova concretezza nell’anno Pastorale 2010/2011 con la nascita di altre due cellule che, staccandosi dal Gruppo Madre, hanno dato vita a due nuovi gruppi di Spiritualità della Tenerezza presso le Parrocchie San Luca e Santa Flavia, con la gioiosa accoglienza dei rispettivi Parroci. Anche nell’anno pastorale 2011/2012, la Grazia dello Spirito Santo è stata propizia alla Spiritualità, benedicendo i sacrifici missionari con la nascita di una nuova realtà a Canicattì, nell’Arcidiocesi di Agrigento, assumendo così l’aspetto di una realtà ecclesiale ad ambito regionale, con una atmosfera di gioia pasquale e spirito evangelico.

Nell’anno pastorale 2013/2014  la grande famiglia di Aquila & Priscilla ringrazia il Signore  per la nascita di due nuovi gruppi nella Parrocchia Santa Barbara in Caltanissetta e nella Parrocchia San Domenico Savio in San Cataldo, con la gioiosa partecipazione di tante coppie.

I gruppi ad oggi esistenti sono 7 e sono i primi gruppi della Regione, con frequenti contatti con sacerdoti di altre diocesi simpatizzanti di questa nuova Spiritualità Familiare, auspicando la nascita di altri gruppi in ambito Regionale.

Gli aderenti alla Spiritualità della Tenerezza, manifestano atteggiamenti di umile servizio e gioiosa testimonianza al servizio delle parrocchie e alla vita della chiesa diocesana con vari tipi di servizi, catechismo, animazione dei corsi prematrimoniali ed altro. Infatti la Spiritualità della Tenerezza è sensibile sopratutto ai richiami dei Vescovi e ai loro impegni pastorali, manifestando sempre una massiccia partecipazione.

Gli obiettivi e le finalità del Gruppo “Aquila & Priscilla sono:

Ad intra  formare operatori della pastorale Matrimoniale-Familiare per l’incremento della politiche familiari e di coppia;

Ad extra formare coppie di sposi sull’esempio dei Santi coniugi Aquila & Priscilla che annunciano la Parola di Dio con la vita di ogni giorno, nella potenza dello Spirito Santo con l’espansione determinata dal fattore moltiplicatore di cui parla l’apostolo Paolo al suo discepolo Timoteo:

 

E tu, figlio mio, attingi forza dalla grazia che è in Cristo Gesù: le cose che hai udito da me davanti a molti testimoni, trasmettile a persone fidate, le quali a loro volta siano in grado di insegnare agli altri (2 Tim 2,1-2).

La chiamata a vivere la “Tenerezza” di Dio nel proprio matrimonio e l’evangelizzazione, caratterizzano la vocazione principale dei “Gruppi Aquila & Priscilla”: per questo ogni coppia tenterà di dare a questi due punti la priorità, oltre alla preghiera di coppia, una sana vita sacramentale e all’educazione dei figli alla fede, annunciando in ogni circostanza Gesù Signore della famiglia e Medico degli sposi.

 I referenti Regionali della Spiritualità                                                  Assistenti  Spirituale

    Carmela & Michele Miraglia                                                                 P. Mario Audino (Diocesano)

                                                                                                                         P. Salvatore Rumeo

                                                                                                                         P. Onofrio Castelli

                                                                                                                         P. Alfonso Cammarata

                                                                                                                         P.  Calogero Di Vincenzo

                                                                                                                         P.  Ivan Graci

                                                                                                                         P. Giuseppe Argento

                                                                                                                         P.Leonardo Alessi

Gruppi di Spiritualità della Tenerezza